CONTRATTAZIONE. Barbagallo: salario minimo? Abbiamo già i minimi contrattuali. Il leader della UIL a Napoli conclude il congresso della Uiltec      LAVORO. Barbagallo: "Anche alle Poste, per aumentare la produttività, si punti al benessere". Il leader della UIL al Congresso della UILPoste      RACE FOR THE CURE. Barbagallo: la UIL parteciperà all’evento Race for the Cure      LAVORO. Uil e Uila hanno consegnato al Presidente della Camera due proposte di legge su welfare e genitorialità      INFORTUNI SUL LAVORO. Cgil, Cisl e Uil: prossima settimana assemblee e 2 ore di sciopero      
Notice

DATI COVIP - Domenico PROIETTI

Proietti: Dati sui rendimenti dei Fondi pensione resi noti dalla COVIP sono straordinari
previdenza5_large.jpg
12/03/2015  | Previdenza.  

I dati sui rendimenti dei Fondi pensione resi noti dalla COVIP sono straordinari e confermano la bontà del modello di previdenza complementare italiana che è all’avanguardia nel mondo ed è uno dei frutti migliori delle relazioni industriali degli ultimi venti anni. Un modello di Fondi pensione che è già, ricordiamo al Governo, plurale, libero e concorrente.

La UIL chiede all’Esecutivo di valorizzare questo modello attraverso una campagna istituzionale di capillare informazione volta a diffondere la cultura della previdenza complementare con l’obiettivo di rilanciare le adesioni, soprattutto nella piccola e piccolissima impresa.

Il Governo deve eliminare l’aumento della tassazione sui rendimenti annuali, varato nell’ultima Legge di stabilità addirittura con provvedimento retroattivo dal 2014, ed evitare accuratamente di introdurre elementi di incertezza sul sistema che, per attrarre le iscrizioni dei lavoratori, ha bisogno di stabilità e certezze normative.

Roma, 12 marzo 2015

 

Politiche Sociali - Silvana ROSETO

Roseto: Expo 2015, alleare il mondo delle eccellenze con il mondo del bisogno
expo_Logo_Big.jpg
09/03/2015  | Welfare.  

“Il grande appuntamento che prenderà l’abbrivio a Milano proprio il giorno della festa del Lavoro e dei Lavoratori e celebrato dentro una profonda crisi globale, non rappresenti un’occasione mancata, ma sia in grado di contaminare e far convivere talento e fragilità”. Dichiara così la Segretaria Confederale UIL Silvana Roseto nel day after del 4° forum delle politiche sociali tenutosi a Milano e, quest’anno, dotato di una maggiore valenza nazionale e continentale, perché calibrato anche in funzione dell’Expo 2015, che è stato il tema della giornata conclusiva del ciclo di incontri.

“La centralità del cibo nell'ambito dell'Expo deve divenire lo scalpello per scardinare la distanza metaforica obesità/fame, tracciando nuovi modelli di politiche pubbliche nel dialogo tra i 147 Paesi coinvolti, all'insegna di una più saggia coniugazione tra sviluppo e giustizia sociale, tra la promozione delle capacità e la protezione delle vulnerabilità.

Sono molteplici gli argomenti rilevanti afferenti all’Expo e, sebbene si intravedono forti ritardi, c’è ancora il margine sufficiente per riprendere pienamente in mano il filo degli obiettivi: dalla promozione di sani stili di vita, fino ad una nuova food policy che abbia chiaro in mente che l’economia non possa prescindere dai rapporti sociali.

‘Nutrire il Pianeta, Energia per la vita’ non resti un vago slogan, ma si traduca in esperimenti di best practices e progetti-pilota in grado di aggredire adeguatamente il perimetro del disagio, in preoccupante espansione.”

 

JOBS ACT - Carmelo BARBAGALLO

Barbagallo: Con entrata in vigore dei decreti, oggi inizia una nuova fase di insicurezza
barbagallo-renzi_large.jpg

07/03/2015  | Occupazione.  

Oggi entrano in vigore i decreti sulle cosiddette "tutele crescenti" del Jobs ACT: oggi inizia una nuova fase di insicurezza dell'era 2.0 . C'è un entusiasmo esagerato per l'entrata in vigore di questo provvedimento cha fa da cassa di risonanza alla soddisfazione degli imprenditori e dell'Europa del rigore. Da oggi sarà più facile ridurre le tutele dei lavoratori e licenziare: questa è l'unica certezza.

Mentre, per quanto riguarda la ripresa dell'occupazione, c'è un'altra certezza, ma questa volta riguarda gli Usa. È lì che si registrano un exploit per le assunzioni e l'ennesima discesa del tasso di disoccupazione. E ciò accade perché in quel Paese proseguono i massicci investimenti in infrastrutture, innovazione, ricerca, cultura. Quando l'Europa e l'Italia impareranno quella lezione, allora si potrà parlare di buona occupazione anche dalle nostre parti.

 

8 marzo 2015

8_marzo_uil_2015

Giornata_Internazionale_della_Donna_2015

 

Invito Giornata Internazionale della Donna - 15 marzo 2015

Invito_15_marzo_corretto

 
Notice